subscribe
Il Giornale d'Abruzzo è il primo libero Quotidiano online, Periodico in Stampa, Web TV – 2002/2021

Il compleanno di Pescara, nata il 12 gennaio 1927

La città di Pescara è nata dalla unione del Comune di Castellammare Adriatico con quello di Pescara

Oggi è il compleanno della città di Pescara. Pubblichiamo una nota del sindaco Carlo Masci che ripercorre una importante pagina di storia della città adriatica.

«Il comune di Castellammare Adriatico è unito a quello di Pescara». L’articolo 4 del Regio decreto 2 gennaio 1927 segnava il destino della città di Gabriele d’Annunzio assieme a quello di altre sedici province italiane, riordinate da Vittorio Emanuele III «per grazia di Dio e volontà della nazione Re d’Italia» su «proposta del Capo del Governo, Primo Ministro Segretario di Stato e Ministro Segretario di Stato per gli affari dell’interno» Benito Mussolini. L’11 gennaio il provvedimento veniva pubblicato sulla Gazzetta ufficiale e il 12 gennaio nasceva ufficialmente la città di Pescara. La provincia, ritagliata con lembi appartenuti a Teramo, Chieti e L’Aquila, era la più piccola degli Abruzzi e tra le più piccole d’Italia, estendendosi per 1.230,33 km² e abbracciando 46 comuni; ma la città possedeva già un’energia vitale di propensione allo sviluppo che nel primo ventennio del XX secolo aveva visto la sua popolazione crescere di oltre il 60%.

Quella nascita aveva due padri. Il Vate Gabriele d’Annunzio e il barone dell’Aterno Giacomo Acerbo, ministro di Mussolini. Il Poeta si era rivolto così al capo del Governo, il 16 maggio 1924: «Come Pescarese, ti prego di consentire che la mia Pescara si congiunga civicamente a Castellammare Adriatico e capeggi una provincia nuova. C’è su questa unione una mia prosa del 1882, se non sbaglio. Esaudi me e la mia gente fiumatica e adriatica. Giacomo Acerbo, nel nome di Aterno, amplierà il feudo». La nuova città, per non urtare la suscettibilità dei castellamaresi (sponda nord del fiume, in provincia di Teramo), avrebbe dovuto recuperare l’antico toponimo romano e chiamarsi Aterno, ma poi il peso di d’Annunzio impose quello di Pescara (sponda sud, in provincia di Chieti). Il 16 dicembre 1926 Mussolini gli telegrafava: «Oggi ho elevato la tua Pescara a capoluogo di provincia STOP te lo comunico perché credo ti farà piacere ti abbraccio». A Castellamare non la presero bene, ci furono proteste e tafferugli, tanto che il 12 dicembre 1926 il console generale della Milizia Ettore Giannantonio, commissario straordinario dei fasci delle due città, emise un bando che comminava pene severe a chiunque avesse sobillato la popolazione, in quanto la decisione delle autorità andava accolta e accettata «con entusiasmo». Giacomo Acerbo il 30 dicembre al teatro “Pomponi” dell’ex Castellammare, dove si teneva una imponente adunata delle due popolazioni, stigmatizzerà le manifestazioni dei giorni precedenti. Il 12 gennaio 1927, per celebrare l’evento, veniva coniata una medaglia d’oro con impresso il gonfalone che si era data la Provincia e la data, e sul retro la  dedica «Al duce d’Italia la Provincia di Pescara riconoscente». Mussolini però non la riceverà mai e infatti la medaglia sarà rinvenuta nella cassaforte della Banca Caripe nel 2012.

Nel febbraio del 1928 al Comune di Pescara sarà unito anche quello di Spoltore, che però riguadagnerà l’autonomia nel 1947. La seconda guerra mondiale portò su Pescara, che quasi subito era la seconda città abruzzese per popolazione dopo L’Aquila e già la prima per i commerci, la quasi totale distruzione a opera dei bombardamenti alleati che rasero al suolo circa l’80% dell’abitato. La rinascita fu però quasi immediata, tanto che la città fece registrare il più alto tasso di crescita edilizia in Italia diventando ben presto capofila dell’intero Abruzzo in ogni comparto. È nel destino di Pescara essere moderna e cercare di essere sempre all’avanguardia, così come è nel destino dei pescaresi quello di sapere sempre guardare avanti e non arrendersi mai davanti alle avversità. Superata questa difficile contingenza storica legata alla pandemia, ci attende la sfida di rendere Pescara ancora più grande, facendone la metropoli del medio Adriatico. La vinceremo, perché ogni compleanno della nostra città non è un traguardo ma l’inizio di una nuova partenza».


Avezzano: arrestati due marocchini per spaccio di droga

La polizia ha invece denunciato un terzo marocchino. Erano tutti irregolari e con precedenti penali Nella serata di ieri personale…
Read More
Avezzano: arrestati due marocchini per spaccio di droga

Splendidi fenicotteri sostano alla foce del Vomano

foto di Mariano Mariani Il Vomano si conferma sito importante sulle rotte migratorie Una coppia di fenicotteri sosta da alcuni…
Read More
Splendidi fenicotteri sostano alla foce del Vomano

Frisa avrà il suo Ecoparco pubblico multimediale.

P_330 Verrà realizzato in collaborazione con Ecolan Spa su un’area di 1200 metri quadrati Il progetto nasce da un’iniziativa del…
Read More
Frisa avrà il suo Ecoparco pubblico multimediale.

Sulmona, punto nascita: risoluzione di Antonietta La Porta (Lega)

Ancora una volta la consigliera regionale torna a difendere il punto nascita della città peligna È a firma della consigliera…
Read More
Sulmona, punto nascita: risoluzione di Antonietta La Porta (Lega)

Tumore al seno, la Breast Unit della Asl di Chieti promossa dalla Bocconi

Nel Rapporto “Oasi” Bocconi ha analizzato le performances di 135 Breast Unit Italiane Nuove stellette sul petto della Breast Unit…
Read More
Tumore al seno, la Breast Unit della Asl di Chieti promossa dalla Bocconi

Lanciano, pakistano di 30 anni denunciato per maltrattamenti in famiglia

La donna da tempo subiva maltrattamenti e vessazioni dall’uomo Da mesi veniva maltrattata, vessata dal proprio coniuge che le impediva…
Read More
Lanciano, pakistano di 30 anni denunciato per maltrattamenti in famiglia

Pescara Roma. Marsilio: Bene il commissario ora la garanzia sui fondi

Ferrovia Pescara-Roma: la bozza di DPCM del Governo individua Vincenzo Macello come commissario dell’opera. Un passo avanti per il potenziamento…
Read More
Pescara Roma. Marsilio: Bene il commissario ora la garanzia sui fondi

Punto nascita di Sulmona: No perentorio del Ministero che chiede la chiusura

Il Ministero dà parere negativo alla proroga e chiede la data di chiusura del punto nascita Con il parere negativo…
Read More
Punto nascita di Sulmona: No perentorio del Ministero che chiede la chiusura

San Vito Chietino, anziano scomparso ritrovato dai carabinieri

Aveva cercato riparo dal freddo nei ruderi della vecchia fornace. Infreddolito ma in buone condizioni Nel pomeriggio di ieri un…
Read More
San Vito Chietino, anziano scomparso ritrovato  dai carabinieri

Sasi, è tempo di bilanci dopo un anno difficile.

Il presidente Gianfranco Basterebbe tira le somme e parla di nuovi progetti Il presidente della Sasi Gianfranco Basterebbe, seppur con…
Read More
Sasi, è tempo di bilanci dopo un anno difficile.

I commenti sono stati disabilitati.

www.IlGiornaledAbruzzo.it - Sito Web principale GiornaledAbruzzo - Archivio 2002/2011(momentaneamente non disponibile)
Licenza Creative Commons

This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License

giornaledabruzzo.net, giornaledabruzzo.it, ilgiornaledabruzzo.it sono opere pubblicate sotto una Licenza Creative Commons. Siete liberi di riprodurre tutto il materiale non alterandolo, citando la fonte e non traendone vantaggi economici.

La maggior parte delle fotografie pubblicate sono di proprietà della testata giornalistica, altre vengono fornite in allegato ai comunicati stampa, alcune potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico, ove possibile viene citata la fonte. I proprietari contrari alla pubblicazione possono segnalarcelo all'email Webmaster Il G.d'A.

Editrice "La Luna di Seb" Associazione
Tel: (+39) 320.8186340 (ore ufficio)
Policy Privacy - Cookie Privacy