subscribe
Il Giornale d'Abruzzo è il primo libero Quotidiano online, Periodico in Stampa, Web TV – 2002/2020

Atessa: Residenza per Anziani “Santa Maria” i gestori fanno chiarezza

Si è tenuta questa mattina presso il Teatro Comunale di Atessa, la conferenza stampa sulla situazione attuale della Residenza per Anziani “Santa Maria”. L’obiettivo di Maria Luigia Di Blasio, presidente del Consorzio Sgs (Servizi Globali Sociosanitari) e di Domenico Mattucci, presidente della cooperativa “la Rondine” che gestisce la struttura, era quello di fare chiarezza sia sulle vicende legate ai mesi di marzo e aprile scorsi quando si era nel pieno dell’emergenza Covid (sono stati 25 i pazienti isolati e positivi al Coronavirus, quasi l’80 per cento del personale contagiato, 10 i decessi di cui due riconducibili al virus) che sulle condizioni attuali.

La Di Blasio ha ripercorso la storia della struttura fino ad arrivare ad oggi “Questa conferenza stampa nasce con l’intento di portare a conoscenza  dell’amministrazione comunale di Atessa, della cittadinanza e di tutto il territorio, quanto impegno e professionalità abbiamo messo in campo nella gestione della Residenza Santa Maria, una struttura che si è sempre distinta per l’attenzione e la cura riservate a ogni singolo ospite e per il rapporto di fiducia che si è riusciti a stabilire con le famiglie. Fino a un anno fa era sita in via Largo Castello, accoglieva 24 ospiti e le condizioni del fabbricato non erano proprio l’ideale, ma a questo si è cercato di supplire con la competenza e la sensibilità del personale. Tengo a precisare, proprio per far comprendere meglio l’intera situazione, che il Consorzio Sgs ha la gestione di questa struttura dal 1 novembre 2012, riconfermata con l’aggiudicazione nel 2018 per altri 9 anni indicando alla gestione la cooperativa La Rondine. Da questo momento per la Residenza si è aperta una nuova e costruttiva stagione che è partita proprio dall’acquisto di un immobile che per requisiti e caratteristiche era adeguato ad ospitare una struttura di questo tipo. La Cooperativa La Rondine, infatti, dopo essersi aggiudicata la gestione, si è subito messa all’opera individuando, acquistando e ristrutturando un edificio con la convinzione che un trasloco era ormai necessario. Il trasferimento degli ospiti è stato autorizzato dal Comune di Atessa quasi un anno fa, il 1 ottobre 2019. Luminosi e confortevoli spazi hanno accolto gli anziani che hanno condiviso con i familiari la gioia  di questa nuova sistemazione. Una grande soddisfazione per tutti noi perché favorire la serenità in questi luoghi è fondamentale, insieme naturalmente alle cure.Pensare che un virus tanto potente avrebbe sconvolto le vite di tutti noi era davvero inimmaginabile e che questa emergenza ci potesse riguardare tanto da vicino era altrettanto impensabile. Così purtroppo non è stato, abbiamo dovuto fare i conti con il Covid, con le paure e le preoccupazioni ma il nostro intervento è stato tempestivo ed efficace. Il Consorzio SGS e la Cooperativa La Rondine hanno immediatamente attivato tutte le procedure contenute nelle ordinanze regionali e nazionali ed istituito percorsi di sicurezza a tutela degli ospiti e del personale operante.”

Domenico Mattucci ha dichiarato “Tengo prima di tutto a sottolineare l’importanza e il ruolo di questa Residenza che rappresenta un significativo servizio per l’intero territorio, un servizio alternativo a quello pubblico che, almeno nella nostra area di riferimento non c’è. Con il Comune di Atessa abbiamo stabilito un costruttivo rapporto di collaborazione, con la Asl, invece, stabilire un percorso di condivisione è più difficile. Auspico da parte dell’azienda sanitaria una risposta adeguata alle problematiche che affliggono le persone fragili e le loro famiglie. Si è fatto un gran parlare in questi anni di integrazione socio-sanitaria, ma di fatto non c’è niente a concretizzare questo progetto che è fondamentale, la socio-assistenza non basta. Per quanto riguarda la Residenza “Santa Maria” siamo stati messi a dura prova dalla pandemia, ma abbiamo anche conosciuto meglio le nostre capacità e le nostre risorse. Siamo stati in grado di gestire con grande professionalità il periodo di isolamento di ben 25 ospiti, tutti positivi al Covid e quindi con necessità specifiche di cure e di attenzioni. Abbiamo creato le giuste interazioni tra noi e gli organi deputati a intervenire nei casi di contagio, l’Usca, i medici di base e il distretto di riferimento di cui è responsabile il dott. Fioravante Di Giovanni. Con tutti ci siamo rapportati quotidianamente senza trascurare alcun dettaglio, tenendo ben presente la situazione e i possibili rischi. Questa fattiva collaborazione ci ha permesso di uscire dall’emergenza. Sono state giornate dure, pesanti, ma il personale non si è mai scoraggiato di fronte alle oggettive difficoltà e ha continuato a lavorare con grande impegno e sensibilità. Aver superato un periodo tanto drammatico ci ha reso e ci rende più forti. Ora in questa fase 2 pandemica, siamo ritornati alla normalità, scandita però, da tutte le precauzioni e gli accorgimenti, fondamentali per la sicurezza dei pazienti ospiti e delle loro famiglie. I nostri riferimenti, ai quali ci atteniamo con scrupolo e rigore, sono i provvedimenti regionali. Abbiamo stilato un vademecum per i visitatori e pure come devono svolgersi le visite e a quali norme attenersi. Stiamo facendo un buon lavoro con la consapevolezza di quanto sia delicato il nostro compito.”


 

www.IlGiornaledAbruzzo.it - Sito Web principale GiornaledAbruzzo - Archivio 2002/2011(momentaneamente non disponibile)
Licenza Creative Commons

This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License

giornaledabruzzo.net, giornaledabruzzo.it, ilgiornaledabruzzo.it sono opere pubblicate sotto una Licenza Creative Commons. Siete liberi di riprodurre tutto il materiale non alterandolo, citando la fonte e non traendone vantaggi economici.

La maggior parte delle fotografie pubblicate sono di proprietà della testata giornalistica, altre vengono fornite in allegato ai comunicati stampa, alcune potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico, ove possibile viene citata la fonte. I proprietari contrari alla pubblicazione possono segnalarcelo all'email Webmaster Il G.d'A.

-
Editrice "La Luna di Seb" Associazione
Tel: (+39) 320.8186340 (ore ufficio)