subscribe
Il Giornale d'Abruzzo è il primo libero Quotidiano online e Periodico in Stampa – 2002/2017

Pescara, il 3 febbraio “La piazza del bene comune”

Si terrà il 3 febbraio La Piazza del Bene Comune, il momento di confronto e di elaborazione voluto dal Centro Servizi per il Volontariato di Pescara e dal Co.Ge. Abruzzo.

L’evento è un punto di partenza per raccogliere le parti sociali e dare inizio a un lavoro di lungo periodo, volto a raggiungere obiettivi condivisi di miglioramento della società.

Lo Stato, i cittadini, le associazioni di volontariato e le realtà profit rappresentano una squadra che può, e deve, occuparsi della collettività, coordinandosi e portando ciascuno il suo contributo. Tuttavia, nonostante l’affermazione lapalissiana, l’attualità troppo spesso porta a chiedersi se la comunità sia davvero solidale, se le reti di coooperazione siano strumenti per tutti o strumentali per qualcuno e quale sia il lavoro da mettere in atto per crescere insieme.

Su queste domande si dipanerà l’evento, mettendole alle fondamenta di una casa della comunità che sia solida e solidale.

Al lavoro contribuiranno gli interventi di Mario Dupuis, Presidente della Fondazione Opera Edimar, Federica Chiavaroli, Sottosegretario Ministero della Giustizia, Marinella Sclocco, Assessore regionale alle Politiche Sociali, Antonella Allegrino, Assessore del Comune di Pescara alle Politiche Sociali, Roberto Di Vincenzo, Presidente della Camera di Commercio di Chieti. Tutto l’evento sarà allietato dalla presenza di ‘Nduccio e dalla musica di Libera Candida D’Aurelio che animerà anche l’aperitivo finale.

Nel corso dell’evento saranno consegnati i riconoscimenti “Grazie di Cuore” alle associazioni della Provincia di Pescara che si siano particolarmente distinte nel loro impegno nel sociale.

I fatti degli ultimi giorni, che hanno piegato l’Abruzzo, hanno portato alla luce con impietoso realismo quanto tutta la collettività, non solo le categorie ritenute deboli, abbia bisogno in modo costante del supporto di tutte le parti sociali, per non vivere nel senso dell’abbandono e con la percezione dell’insicurezza. Stato, volontariato, amministrazioni locali e privati cittadini sono sempre chiamati a custodire con attenzione il bene comune, non a prestazione occasionale nelle situazioni di emergenza, in cui solo pochi si trovano preparati a rispondere. La collettività ha richieste che si devono tornare ad ascoltare, lavorando insieme per fronteggiarle e diventare una comunità solidale, che abbia sempre meno eroi e sempre più cittadini partecipi e consapevoli.

I commenti sono stati disabilitati.

www.IlGiornaledAbruzzo.it - Sito Web principale GiornaledAbruzzo - Archivio 2002/2011(momentaneamente non disponibile)
Licenza Creative Commons

This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License

giornaledabruzzo.net, giornaledabruzzo.it, ilgiornaledabruzzo.it sono opere pubblicate sotto una Licenza Creative Commons. Siete liberi di riprodurre tutto il materiale non alterandolo, citando la fonte e non traendone vantaggi economici.

La maggior parte delle fotografie pubblicate sono di proprietà della testata giornalistica, altre vengono fornite in allegato ai comunicati stampa, alcune potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico, ove possibile viene citata la fonte. I proprietari contrari alla pubblicazione possono segnalarcelo all'email Webmaster Il G.d'A.

-
Editrice "La Luna di Seb" Associazione
Tel/Fax: (+39) 0872.632490