subscribe
Il Giornale d'Abruzzo è il primo libero Quotidiano online e Periodico in Stampa – 2002/2017

All’Entella il derby delle Virtus

Virtus Entella

Torna a steccare la Virtus Lanciano al rientro tra le mura amiche lasciando l’intera posta in palio all’altra Virtus, quella che scende dalla frazione di Chiavari, e che si porta via tre punti preziosi per la sua corsa play off. I liguri conquistano il decimo risultato utile consecutivo e, pur se con qualche recriminazione da parte dei rossoneri, hanno sicuramente meritato la vittoria grazie ad una maggior velocità di esecuzione, minor numero di errori tecnici, e sicuramente maggior concretezza nella manovra soprattutto nelle ripartenze ovvero in quello che si chiamava contropiede o gioco di rimessa. Dal canto suo la Virtus Lanciano non ha confermato la buona ma sfortunata prova di Crotone, soprattutto nella fase iniziale, lasciandosi sorprendere due volte, una su calcio piazzato e una su rilancio del portiere, e così vanificando l’ottima realizzazione del pari momentaneo ad opera del rientrante Di Francesco. Aglietti, mister ospite, propone la difesa a quattro davanti a Iacobucci: Ceccarelli e Pellizzer i centrali con Iacoponi e Sini esterni, linea mediana con Palermo Jadid e Volpe; Costa Ferreira di raccordo alle due punte Caputo e Cutolo. Sul fronte rossonero Maragliulo conferma il suo “albero di natale” con Cragno tra i pali, Amenta e Rigione centrali con Aquilanti a destra e Di Matteo a sinistra; mediana con Rocca, Bacinovic e Vitale; Marilungo e Di Francesco mezze punte con libertà di movimento e Ferrari perno centrale.  La partita si decide praticamente nella prima mezz’ora. Nemmeno il tempo di accomodarsi e verificare le formazioni che gli ospiti passano in vantaggio: angolo dalla sinistra con Palermo che di testa trova la deviazione di Cragno sulla traversa, la sfera arriva dalle parti di Pellizzer che sempre di testa realizza il vantaggio. Accusa il colpo la Virtus Lanciano e Costa Ferreira fa tutto da solo arriva davanti a Cragno ma spara alto; poi è Caputo a recuperare una palla dal limite ma il suo tiro è boccato in tuffo da Cragno. Invece arriva il pari, e che pari, frentano: Di Francesco scambia con Marilungo che, non ostante il fallo subito, riesce a restituirgli la sfera. Il giovane rossonero controlla, rientra sul destro e con un gran fendente dal limite realizza il momentaneo pari. Sembra cambiar passo l compagine rossonera: Vitale scambia bene con Di Matteo sulla sinistra e poi cambia il gioco sulla destra con un gran lancio per Rocca appostato in area. Buono il controllo e l’aggiramento dell’avversario ma il suo sinistro è impreciso e si perde sul fondo. Intanto sul Biondi inizia a piovere e non poco con il terreno di gioco, già non in perfette condizioni, che diventa molto scivoloso; inoltre si fa male Rigione che lascia il posto al giovane Di Filippo. La nuova condizione sembra arridere meglio agli ospiti, che sembrano più stabili sul terreno di gioco. Sicuramente a suo agio sembra essere Cutolo che si libera a sinistra e lascia partire un tiro che Cragno riesce a deviare in angolo. Arriva il definitivo raddoppio: attaccano i rossoneri e la sfera si impenna nell’area ospite. Iacobucci l’afferra e prontamente rilancia verso la fascia sinistra dove Caputo arriva sul fondo, salta il suo diretto avversario ed appoggia all’accorrente Cutolo che di sinistro batte imparabilmente Cragno. Il portiere rossonero poco dopo sventa in angolo un’altra conclusione di Palermo. Il tempo si chiude con due tentativi rossoneri: Vitale con un gran sinistro dal limite che finisce non lontano dall’incrocio dei pali e Marilungo che entra in area a sinistra e prova ad incrociare il rasoterra ma Iacobucci si tuffa e blocca a terra la sfera. Nella ripresa la musica non cambia. La Virtus Lanciano ci mette tanta buona volontà ed impegno ma pecca di precisione offrendo il fianco alle veloci ripartenze avversarie. Così è prima Caputo ad esaltare il riflesso di Cragno e poi è Cutolo a graziare il portiere rossonero calciando debolmente d ottima posizione. La Virtus Lanciano non demorde e cerca ostinatamente di far arrivare la sfera dalle parti di Ferrari. Maragliulo tenta di aumentare il potenziale offensivo buttando nella mischia l’attaccante Bonazzoli al posto del centrocampista Rocca. Il neo entrato prima non si coordina bene su un invitante traversone dal fondo di Marilungo e poi prova la forbice con la sfera che termina abbondantemente alta. Le speranze rossonere si infrangono nel giro di pochi minuti: gran sinistro da fuori di Vitale leggermente deviato da Iacobucci e respinto definitivamente dall’incrocio dei pali. Sulla sfera si avventa il neo entrato Turchi ma viene anticipato in angolo. Ancora un cross dalla destra per Turchi che viene visibilmente strattonato al momento dell’impatto con il pallone per Pinzani è fallo contro. Veementi le proteste che portano all’ammonizione di Amenta. Nel frattempo Bacinovic commette un brutto fallo a centrocampo e lascia la sua squadra in inferiorità numerica. Anche il signor Pinzani ci mette del suo: ammonisce Aquilanti che subisce il fallo invece di commetterlo, inventa una punizione dal limite per la Virtus Entella che Cutolo manda a fil di palo. La gara si chiude con due conclusioni di Turchi: presa plastica di Iacobucci nella prima occasione e poi ottimo tuffo dello stesso portiere a deviare in angolo la conclusione dal limite del rossonero. Si chiude con una topica di Cragno che riesce a rimediare in extremis bloccando la sfera sulla linea di porta. Finisce con la terza sconfitta consecutiva e con la prospettiva di giocare in formazione estremamente rimaneggiata sabato prossimo a Latina. Rigione infortunato, Aquilanti, Amenta e Bacinovic squalificati. Chiudiamo però con un aspetto positivo: la squadra ha dimostrato carattere e spirito combattivo soprattutto quando è andata in inferiorità numerica; forse è il caso di anticipare le risposte caratteriali sin dall’inizio delle gare.

Angelo Lannutti.

VIRTUS LANCIANO – VIRTUS ENTELLA   1-2

VIRTUS LANCIANO

Cragno; Aquilanti, Rigione (15’pt Di Filippo), Amenta, Di Matteo; Rocca (9’st Bonazzoli), Bacinovic, Vitale; Marilungo, Di Francesco; Ferrari (24’st Turchi). A disp: Casadei, Salviato, Padovan, Di Benedetto, Milinkovic, Giandonato. Allenatore Maragliulo.

VIRTUS ENTELLA

Iacobucci; Iacoponi, Ceccarelli, Pellizzer, Sini; Palermo (35’st Coppola), Jadid (19’st Di Paola), Volpe; Costa Ferreira; Cutolo (30’st Di Carmine), Caputo. A disp: Paroni, Benedetti, Zanon, Otin, Belli, Mota. Allenatore Aglietti.

Arbitro: Pinzani di Empoli

Assistenti: Fiore di Barletta e Lanza di Nichelino

IV° uomo De Remigis di Teramo.

Marcatori: 3’pt Pellizzer (VE), 11’pt Di Francesco(VL), 25’pt Cutolo(VE)

Note. Pomeriggio grigio con pioggia a tratti e terreno scivoloso. Ammoniti: Aquilanti(VL), Amenta (VL), Turchi(VL), Iacobucci(VE), Iacoponi(VE), Coppola(VE). Espulso Bacinovic (VL) al 31’st per gioco falloso. Allontanato dalla panchina il DS della Virtus Lanciano Luca Leone. Angoli 4 a 7. Recupero pt 1’ st 5’. Spettatori oltre 2000.

I commenti sono stati disabilitati.

www.IlGiornaledAbruzzo.it - Sito Web principale GiornaledAbruzzo - Archivio 2002/2011(momentaneamente non disponibile)
Licenza Creative Commons

This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License

giornaledabruzzo.net, giornaledabruzzo.it, ilgiornaledabruzzo.it sono opere pubblicate sotto una Licenza Creative Commons. Siete liberi di riprodurre tutto il materiale non alterandolo, citando la fonte e non traendone vantaggi economici.

La maggior parte delle fotografie pubblicate sono di proprietà della testata giornalistica, altre vengono fornite in allegato ai comunicati stampa, alcune potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico, ove possibile viene citata la fonte. I proprietari contrari alla pubblicazione possono segnalarcelo all'email Webmaster Il G.d'A.

-
Editrice "La Luna di Seb" Associazione
Tel/Fax: (+39) 0872.632490