subscribe
Il Giornale d'Abruzzo è il primo libero Quotidiano online e Periodico in Stampa – 2002/2017

La Virtus Lanciano inizia a vedere la V B

Il “punto” di Angelo Lannutti.stadio

All’inizio della stagione sportiva attuale, la Virtus Lanciano, nel promuovere la campagna abbonamenti, aveva lanciato lo slogan “Iscriviti alla IV°B”. Sicuramente ben augurante per portare a compimento il ciclo scolastico a cui si faceva riferimento con l’approdo alla quinta B. Tale approdo comporterebbe poi un esame definitivo che potrebbe licenziare, per continuare nella metafora scolastica, una squadra salita di livello e capace di rimanere stabilmente nella categoria cadetta. Sicuramente al termine del girone di andata nessun avrebbe scommesso una qualsiasi frazione di Euro sulla riuscita di quanto predetto. Crisi societaria sfociata oltre che con il confronto con la tifoseria con l’erogazione di due punti di penalizzazione per mancate adempienze fiscali; smembramento del cosiddetto nucleo storico con le cessioni dei vari Piccolo, Paghera, Di Cecco e del mitico capitan Mammarella nel mercato di gennaio; permanenza ormai stabile nei bassifondi della classifica nelle posizioni corrispondenti alla retrocessione diretta. Volendo riprendere la similitudine scolastica si potrebbe dire che alla fine del primo quadrimestre si profila una pagella da bocciatura! Una situazione poco felice tanto da portare la Società alla volontà di cedere alla migliore offerta. Un offerta che non tarda ad arrivare e che sembra presto concretizzarsi nella vendita societaria ad un imprenditore Avellinese. Nel frattempo però qualcosa cambia nel rendimento agonistico dei rossoneri. Esonerato mister D’Aversa fa il suo esordio in panchina Primo Maragliulo già vice di Baroni e poi mister della formazione primavera. Tecnico esordiente nella categoria che cambia assetto tattico, sfrutta al meglio i nuovi arrivi del mercato di riparazione, soprattutto Cragno, Vitale e Bonazzoli , rilancia il duo offensivo Ferrari Marilungo, e concede al figlio d’arte Di Francesco una maggior libertà di manovra che ne esalta ulteriormente le doti tecniche. Molto positivo il bilancio della sei gare disputate dalla nuova gestione tecnica: quattro vittorie, cioè tutte la gare casalinghe più la trasferta di Vicenza, un pari in quel di Como, ed una sola sconfitta a La Spezia, compagine attualmente in griglia play off. Risultati che fanno cambiare idea anche ai vertici societari: il sodalizio frentano non è più in vendita! Quel che più si nota nelle prestazioni agonistiche della nuova gestione è sicuramente un atteggiamento meno remissivo, anzi molto più propositivo, nel cosiddetto approccio alla partita. Squadra concreta, capace di adattarsi alle esigenze di ogni singola gara, che riesce a sopperire alle assenze di qualche titolare, sia per squalifiche che per infortuni, mantenendo sempre un assetto di squadra tale da garantire un adeguata copertura tattica. Pertanto i rossoneri lasciano la zona della retrocessione diretta ed iniziano concretamente a vedere la possibilità di iscriversi alla V°B. Al termine dell’ultima vittoriosa gara con il Brescia, il tecnico Maragliulo ha tenuto a precisare che è sì soddisfatto di quanto già realizzato ma che non è ancora il caso di “gonfiare il petto”. Spera di poterlo fare qualche giornata prima della chiusura del campionato ma potrebbe succedere, ha sottolineato il tecnico, anche all’ultima giornata. L’importante è portar a termine l’impresa. Impresa che oggi sembra meno impossibile: ci sono ancora dodici giornate da disputare con trentasei punti in palio. Sei le gare casalinghe con altrettante trasferte. Di solito la quota salvezza sta attorno ai cinquanta punti: ne occorrono quindi diciassette, meglio ancora diciotto. Sulla carta la Virtus ha due trasferte proibitive contro le battistrada Crotone e Cagliari, ha in trasferta il derby con i cugini adriatici e quello che, forse, potrebbe essere lo scontro salvezza all’ultima giornata in quel di Livorno. Intanto bisogna pensare all’imminente trasferta a Salerno, contro un avversario che attualmente è in zona retrocessione diretta e che quindi rappresenta già uno scontro salvezza diretto. Poi ci saranno due gare casalinghe consecutive rispettivamente con Cesena e Perugia. Già al termine di questo impegnativo trittico si potrà meglio intravedere l’esito finale. Un secondo quadrimestre in cui le lezioni di Maragliulo sembrano meglio recepite dalla scolaresca rossonera che potrebbe risanare la pagella e portare la Virtus Lanciano ad iscriversi alla V°B.

Angelo Lannutti.

 

I commenti sono stati disabilitati.

www.IlGiornaledAbruzzo.it - Sito Web principale GiornaledAbruzzo - Archivio 2002/2011(momentaneamente non disponibile)
Licenza Creative Commons

This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License

giornaledabruzzo.net, giornaledabruzzo.it, ilgiornaledabruzzo.it sono opere pubblicate sotto una Licenza Creative Commons. Siete liberi di riprodurre tutto il materiale non alterandolo, citando la fonte e non traendone vantaggi economici.

La maggior parte delle fotografie pubblicate sono di proprietà della testata giornalistica, altre vengono fornite in allegato ai comunicati stampa, alcune potrebbero essere prese dal Web e ritenute di dominio pubblico, ove possibile viene citata la fonte. I proprietari contrari alla pubblicazione possono segnalarcelo all'email Webmaster Il G.d'A.

-
Editrice "La Luna di Seb" Associazione
Tel/Fax: (+39) 0872.632490